+39 0142 41.77.07

alis009005@istruzione.it

alis009005@istruzione.it

+39 0142 41.77.07

alis009005@istruzione.it

alis009005@pec.istruzione.it

Tornano i focus all’IIS Balbo!

Cronaca nera – casi misteriosi, cucina e corretta alimentazione, calisthenics, primo soccorso ai migranti, conflitti internazionali: queste sono alcune delle novità introdotte nel Focus Day di quest’anno, che si è svolto sabato 17 febbraio. È una «magnifica tradizione», una giornata a cui gli studenti dell’IIS Balbo «non vedono l’ora di partecipare» perché possono seguire incontri su temi di loro interesse, tenuti da insegnanti, da esperti esterni, professionisti, volontari di varie associazioni del territorio.
Sono stati proposti circa quaranta Focus, alcuni replicati tra Balbo e Lanza, alcuni esclusivi per l’uno o l’altro plesso, spaziando tra ambiti e argomenti diversi: letteratura, giornalismo, fotografia, cinema, arte, musica, filosofia, psicologia, volontariato, salute, cura degli animali, transizione ecologica, geopolitica, sport, ballo, make-up, mondo del lavoro. I più gettonati? Pet therapy, cronaca nera, gli approfondimenti sulle guerre in Medio Oriente.
Obiettivo dei Focus è suscitare la curiosità dei partecipanti, approfondire le proprie conoscenze e allargare il campo dei propri interessi, anche in ottica orientamento al futuro: gli incontri con vari professionisti possono indirizzare verso la scelta dell’università o del lavoro e contribuire alla scoperta della propria vocazione.
«Il primo incontro che ho seguito, sull’intelligenza artificiale, mi è stato utile per prendere consapevolezza della rivoluzione in atto, di cui si parla spesso in modo impreciso e inappropriato, mentre il secondo, sulla guerra in Israele, è stato interessante e coinvolgente, nonostante lo spessore e la complessità del tema» commenta, ad esempio, Luca Miceli.
Questi incontri sono inoltre occasione per fare rete con le associazioni di volontariato attive sul territorio – come Croce Rossa, Anffas, Break the silence, Baulandia – stimolando nei ragazzi la partecipazione e la cittadinanza attiva. «La sinergia con la scuola è indispensabile per aiutare a crescere le future generazioni di uomini e donne ai quali spetterà di affrontare un futuro purtroppo difficile» ringrazia, ad esempio, l’associazione Un Cane per Sorridere «I ragazzi hanno dimostrato interesse e voglia di partecipare attivamente. Alcuni ci hanno già chiesto di poter fare esperienze con noi. Questo ci gratifica molto e ci incoraggia a proseguire»
Ma i Focus sono soprattutto uno spazio di autogestione in cui i ragazzi sono protagonisti, innanzitutto nella libertà di scegliere gli incontri a cui partecipare. Anche quest’anno l’organizzazione è stata affidata ai rappresentanti di Istituto, Luca Miceli (Liceo Classico), Dell’Agnese (Scientifico), Alessia Zanarini e Gabriele Karol Mignacco (Scienze Umane e Comunicazione), Tommaso Bossetti Grossi (Linguistico): con la supervisione delle docenti Adriana Canepa e Laura Autelitano, hanno contattato i relatori, predisposto le aule, fatto accoglienza, gestito i gruppi.
L’organizzazione non è stata semplice. È dispiaciuto, soprattutto, non riuscire ad accontentare tutti: per certi focus, molto gettonati, è stato necessario stabilire un numero massimo di partecipanti; agli ultimi iscritti si è data comunque la possibilità di scegliere tra altri focus meno affollati anziché spostarli d’ufficio.
«Gli imprevisti, dunque, non sono mancati, ma ne è valsa la pena» è il commento unanime dei rappresentanti e degli insegnanti. «Ma tutto accade per un motivo; ogni errore serve a crescere e può essere d’aiuto a chi organizzerà dopo di noi» commenta Tommaso.
Resta la soddisfazione di aver contribuito alla riuscita della giornata.
«È stata un’esperienza ricca sia dal lato umano sia dal lato logistico e pratico, che mi ha permesso di relazionarmi con tante persone diverse, tra chi poneva un problema e chi offriva la soluzione; mi ha insegnato l’importanza del lavoro di squadra e che per raggiungere grandi soddisfazioni bisogna sopportare fatiche e stress» aggiunge Dell’Agnese.
Anche le docenti referenti sono orgogliose del lavoro svolto dai ragazzi.
«La collaborazione per la buona riuscita promuove la socializzazione, il coinvolgimento e il senso di appartenenza al contesto scolastico. Sono stupita dall’attitudine dei ragazzi a programmare, organizzare e gestire: abilità messe a servizio della comunità scolastica» commenta la professoressa Autelitano.

Visite (187)

Altri post
homepage
Roberto Scanzo

De Andrè come antidoto alla guerra

Silvana Mossano e Sergio Salvi venerdì 13 aprile 2018 (AM “Casalegno”, piazza Castello) parleranno di canzoni e parole ispirate a “La Buona Novella” di Fabrizio

Leggi
homepage
Roberto Scanzo

Verso il certamen per Reale

Un laboratorio grafico e uno spettacolo per il certamen intitolato a Giovanni Reale Sei ragazzi dell’istituto, sotto la guida di Max Ramezzana, hanno interpretato temi

Leggi
homepage
Roberto Scanzo

Guidorizzi al “Balbo”

9 marzo 2018, ore  11:00-13-:00 [st_gallery gallery=”20058,20059,20060,20061,20062,20063″ size=”thumbnail” columns=”6″ lightbox=”yes”] Prima conferenza del Quarto Certamen Giovanni Reale quest’anno dedicato a “La guerra e Classici” ieri

Leggi
homepage
Roberto Scanzo

L’ “Aula amianto” a Bonn

L’Amministrazione Comunale, l’Associazione AFEVA e La Rete Scuole insieme sono stai invitati a partecipare, con 3 persone, alla sessione pomeridiana del 21 febbraio dell’incontro plenario

Leggi
homepage
Roberto Scanzo

Intitolazione a Reale

L’Istituto Superiore Balbo esprime vivo compiacimento per la decisione della Giunta di Casale  Monferrato di dedicare il Salone del Senato della Biblioteca Civica Canna a

Leggi
homepage
Roberto Scanzo

Web reputation al SIIA

Nella serata di lunedì 18 dicembre, presso la classe quinta del SIIA, si è tenuto il primo interessante incontro, curato dalla start up di Casale

Leggi
homepage
Roberto Scanzo

Mostra “Russia 1917”

[st_gallery gallery=”18988,18989,18990,18991,18992,18993,18994,18995,18996,18997″ size=”thumbnail” columns=”4″ lightbox=”yes”] [st_gallery gallery=”” size=”thumbnail” columns=”3″ lightbox=”yes”] Russia 1917: non un salto nel passato ma una vicenda ancora attuale Inaugurata al ‘Balbo’

Leggi
homepage
Roberto Scanzo

Una riflessione sull’inizio

di Alessandro D’Avenia “La scuola da troppo tempo è diventata un ambiente…in cui la burocrazia si è progressivamente impadronita degli spazi e del tempo da

Leggi
homepage
Roberto Scanzo

Premiazione Concorso storia comtemporanea

Viviana Acampora, Elena Ferrero, Davide Fontana, Alice Girino e Letizia Vivino della II B CLASSICO, con la prof.ssa Piercarla Borio, premiati come vincitori (primi assoluti)

Leggi

Condividi

Translate »