+39 0142 41.77.07

alis009005@istruzione.it

alis009005@istruzione.it

+39 0142 41.77.07

alis009005@istruzione.it

alis009005@pec.istruzione.it

Stage a Cannes

Anche quest’anno gli studenti del Liceo Linguistico hanno avuto l’opportunità di approfondire lo studio della lingua e della civiltà francesi effettuando uno stage di due settimane a Cannes, organizzato dalla prof.ssa Marisa Bozzo.

[st_gallery gallery=”11434,11435,11436,11437,11438,11439″ size=”large” columns=”3″ lightbox=”yes”]

Le motivazioni e le finalità principali di tale iniziativa si possono così riassumere:

  • il piacere di praticare la lingua straniera in un contesto autentico con parlanti nativi
  • il potenziamento delle competenze linguistiche e sociolinguistiche tramite docenti madrelingua, in un ristretto gruppo classe per due settimane
  • l’applicazione delle conoscenze acquisite mediante situazioni di vita quotidiana in famiglia ospitante e in tutte le altre situazioni di full immersion.

Il gruppo è partito da Casale il 10 luglio in pullman verso Cannes dove le famiglie attendevano gli studenti.

Nei giorni seguenti, dopo le lezioni a scuola al mattino, ci sono state escursioni al pomeriggio a Grasse, rinomata capitale dei profumi, ai pittoreschi villaggi di Gourdon e Saint Paul de Vence. Non è mancata la visita all’isola di Sainte Marguerite situato di fronte a Cannes, con il suo Musée de la Mer  ricco di reperti archeologici e la leggendaria prigione della Maschera di Ferro. La città di Nizza , prevista per sabato 16, dopo i tragici avvenimenti del 14 è stata raggiunta lunedì 18. Il clima  si è rivelato surreale: ultimo giorno di lutto nazionale, polizia ovunque, la Place Massena e la Promenade des Anglais invase da furgoni di troupe televisive e giornalisti  da tutto il mondo, quasi tutti i negozi chiusi….la tragedia si poteva ancora pienamente percepire “ a pelle”.

Altre mete raggiunte sono state Montecarlo, con i suoi musei, Port Grimaud e la mondana Saint Tropez.

I pomeriggi liberi sono stati trascorsi a Cannes; gironzolando nell’ antico quartiere del Suquet, nelle commerciali rue Meynadier,  rue d’Antibes e boulevard de la Croisette e nelle splendide spiagge sabbiose della baia.

La sera della Festa Nazionale Cannes è stata illuminata dai fantasmagorici fuochi d’artificio realizzati da una compagnia messicana.

Questa esperienza ha arricchito i partecipanti non solo dal punto di vista linguistico. Il contatto con gli insegnanti francesi, le famiglie e i coetanei francesi incontrati ha permesso di vivere in prima persona il  post attentato. Si sono mescolati momenti di rabbia, tristezza, cordoglio. Ad esempio attraverso la cerimonia di commemorazione davanti al municipio di Cannes, dove accanto ai fiori delle autorità sono stati deposti decine di mazzi di cittadini e peluche per ricordare i bambini. E’ però subito seguita la voglia di non rinchiudersi nel proprio guscio, di continuare ad uscire e vivere senza  farsi impaurire.

Le cittadine e i cittadini francesi di origine magrebina sono stati particolarmente colpiti dall’accaduto e, per la nostra esperienza, bisogna dare atto che mai si sono sentiti discorsi o atteggiamenti di intolleranza verso questa comunità, che peraltro annovera moltissime vittime. Si è colta la consapevolezza che la Francia è , e continuerà ad essere, un paese multietnico e che rigurgiti razzisti sono sovente solo strumentalizzazioni a fini politici. Si coglie anche la drammaticità del disagio sociale, presente soprattutto nelle banlieue, e la sensazione che, forse, si sarebbe dovuto intervenire prima per non lasciar degenerare situazioni che stanno diventando preoccupanti per molti giovani.

Un ringraziamento da parte della docente accompagnatrice alle ragazze partecipanti e alle loro famiglie; nonostante l’accaduto del 14 non ci sono stati inutili allarmismi e il senso di responsabilità è sempre stato esemplare.

E’ stato uno stage indubbiamente connotato diversamente da quello degli anni passati, però la voglia di reagire non disgiunto dalla consapevolezza dei fatti,  l’entusiasmo per l’esperienza in Costa Azzurra, la calorosa ospitalità e vicinanza delle famiglie francesi e infine,  la sana spensieratezza adolescenziale hanno reso anche quest’anno il soggiorno proficuo sia dal profilo didattico che umano. La nostra società globalizzata ci richiede, purtroppo, sempre più sovente  di far fronte ad avvenimenti di questa natura.

Visite (440)

Altri post
homepage
Roberto Scanzo

Nuovo sito del “Balbo”

Abbiamo rinnovato il design grafico del sito e le sue funzionalità Era proprio arrivato il momento (dopo tanti anni…): oltre alla nuova veste grafica, sono

Leggi
homepage
Roberto Scanzo

Privacy, social e lavoro

Giovedì 7 Novembre, dalle ore 19.00 alle ore 20.00,  si è tenuta una “lezione conferenza”  rivolta  a tutte le classi del corso serale del Liceo

Leggi
homepage
Roberto Scanzo

Gioanola e Verga

Il prof. Elio Gioanola incontra venerdì 27 settembre (ore 9:00, AM “Casalegno” piazza Castello) le classi del quinto anno di corso per parlare di Verga,

Leggi
homepage
Roberto Scanzo

Libriinlinea

La Biblioteca dell’IIS BALBO aderisce alla rete TO0 delle biblioteche del Piemonte. “Libriinlinea” consente di consultare in maniera integrata le risorse disponibili nelle biblioteche di

Leggi
homepage
Roberto Scanzo

AulAmianto a Roma

L’aula amianto incontra il Ministro dell’Ambiente S. Costa e il Vice Ministro dell’Istruzione L. Fioramonti [st_gallery gallery=”26342,26343,26344,26345,26346,26347″ size=”thumbnail” columns=”6″ lightbox=”yes”] Venerdì 10 Maggio 2019 in

Leggi
homepage
Roberto Scanzo

Premiazione V Certamen

Lectio magistralis della dott.ssa Cristina Cattaneo e premiazione dei vincitori del V Certamen di traduzione in memoria di Giovanni Reale Pietas e filia per davvero

Leggi
homepage
Roberto Scanzo

V certamen “G. Reale” ’19

[st_gallery gallery=”26149,26150″ size=”medium” columns=”2″ lightbox=”yes”] [st_gallery gallery=”26170,26171,26172,26173,26174″ size=”thumbnail” columns=”6″ lightbox=”yes”] Per ricordare il suo grande ex allievo, il filosofo Giovanni Reale, scomparso nel novembre 2014,

Leggi
homepage
Roberto Scanzo

“Quando c’erano i matti”

Mercoledi 17 aprile 2019 alle ore 11 presso l’aula Magna Casalegno, dell’Istituto Balbo di Casale Monferrato, nell’ambito del ciclo di incontri organizzati per il Certamen

Leggi
homepage
Roberto Scanzo

Ancora tu !

“…gli altri premiati del Certamen sono: Tommaso Brusasca del classico Balbo di Casale Monferrato per la sezione «Greco» (ed inoltre vincitore assoluto del Certamen) e

Leggi
homepage
Roberto Scanzo

Classico surrealista

Mercoledì 30 gennaio le classi III del Liceo Classico, accompagnate dalle professoresse Fantino, Canepa e Paciello, hanno visitato la mostra Dal Nulla al Sogno nella

Leggi

Condividi

Translate »