ottomarzo21: “Tu, donna”

Tu, bambina,

Che pensi a crearti un domani

Che giochi a fare la donna.

Tu, ragazzina,

Che ambisci a donare amore

Che sboccia come sbocciano i gigli in primavera.

Tu, donna,

Che l’amore lo doni anche ai tuoi figli

E non smetti mai di farlo nonostante la stanchezza e l’improvvisa influenza.

Tu, donna ormai vissuta,

Che l’esperienza la tramandi

Per non farla sparire nel nulla.

Tu, piccola grande donna,

Che sei la forma più vera, più infinita e pura.

 

Mario Gentile

5 Scienze Umane – serale

Visite (53)