Antonio, videomaker

Incontriamo Antonio Raimondi, alunno della I Scientifico, autore – tra gli altri – dei virtual tour di orientamento del Balbo

Qual è stato l’evento che da bambino ti ha fatto appassionare a questo mondo?

Nel 2017 frequentavo il corso di pianoforte e coro in canto presso l’Accademia Le Muse a Casale Monferrato, e con il gruppo del coro abbiamo girato una scena nel film di Carlo Benso “Te Absolvo”. In quella occasione ho avuto modo di apprezzare e scoprire il lavoro di chi lavora dietro le quinte di un film. Ho iniziato a fare ricerche su internet e a guardare backstage di diversi film.

Come ti sei appassionato a girare i video e a montarli?

Mi sono appassionato girando un corto con la mia prima compatta, mai finito, con alcuni miei compagni di scuola alle elementari e dei video per dei concorsi scolastici.

In che modo hai imparato?

Ho imparato guardando vari tutorial su youtube e studiando le basi della fotografia. Con Francesco Ghiaccio ho avuto l’onore di realizzare un breve cortometraggio per la scuola sul bullismo, riuscendo ad affinare le mie capacità di ripresa, di regia ed inquadratura, ma ho ancora molta strada davanti, d’altronde non si smette mai di imparare.

Hai altre passioni?

Sì, suono il pianoforte, sono appassionato di treni da quando ero piccolo, di droni, di fotografia, grafica, musica e di informatica.

Progetti per il futuro?

Mi piacerebbe vivere il set in prima persona, girare cortometraggi, film e provare ed utilizzare  le attrezzature “dei miei sogni”.

Hai un modello a cui ti ispiri?

Non seguo di preciso un modello di riferimento, seguo però una videomaker abbastanza famosa su youtube, di nome Dalilù,  mi piace lo stile di Roberto Ricotta e mi piacerebbe avere ancora la possibilità di collaborare con registi locali, come Francesco Ghiaccio.

Quali sono gli ultimi tuoi lavori?

Video per il Monfrà jazz festival, dei video tour virtuali per il liceo scientifico Balbo di cui sono studente e per il liceo Lanza.

Visite (52)