Vittoria…al Parco Eternot

Si è concluso il bando “Una voce Wiki per il Parco e in Vivaio Eternot”.

Queste le parole della vincitrice, Vittoria Garrone: “In occasione della Giornata mondiale delle vittime dell’amianto quest’anno è stato presentato il concorso rivolto agli studenti delle scuole superiori per creare la pagina Wikipedia del Parco Eternot e del Vivaio Eternot. Ho voluto partecipare, nonostante l’approssimarsi del mio esame di maturità, perché considero questo progetto un modo per ricambiare ciò che la città e la scuola mi hanno trasmesso con il percorso formativo dell’Aula Amianto.

Nel mio progetto per la pagina wiki del Parco Eternot ho voluto raccontare soprattutto il significato del parco e del Vivaio, non soltanto le caratteristiche tecniche. Ho trovato difficile fare un lavoro approfondito avendo a disposizione soltanto internet, mi sarebbe piaciuto parlare con chi ha seguito i lavori. Nonostante questo, ho ricevuto l’e-mail di Daria Carmi dove mi comunicava che ero la vincitrice, nonché l’unica partecipante non fuori concorso, e che mi avrebbe fatto avere al più presto i suggerimenti della giuria su come modificare al meglio il progetto.

Quest’estate lavorerò con lei sulle caratteristiche tecniche della pagina in modo che sia pronta per la premiazione del 10 settembre, sono anche curiosa di vedere il lavoro della classe 1F della scuola media Trevigi e di potermi confrontare con loro.”

A vincere è  l’alunna del BALBO (Liceo Classico) Vittoria Garrone.

L’8 Giugno 2020 si è chiuso il bando dedicato alle ragazze e ai ragazzi dai 14 ai 18 anni per scrivere la pagina enciclopedica di Wikipedia dedicata al Parco Eternot e al Vivaio Eternot.

Negli stessi giorni il Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, Direzione Generale, Sezione Creatività contemporanea inseriva il Vivaio Eternot fra le opere d’arte pubblica di rilievo nazionale, mappandolo all’interno del progetto Luoghi del Contemporaneo. https://luoghidelcontemporaneo.beniculturali.it/vivaio-eternot

“Oggi più che mai siamo molto felici di aver dato vita a una chiamata pubblica ma territoriale per scrivere la storia della nostra città e dei nostri monumenti. L’inserimento del Vivaio Eternot nella mappatura ministeriale, successiva di qualche mese a quella della Regione Piemonte, e l’acceso dibattito odierno sui monumenti, ci rendono ancora più consapevoli dell’importanza della narrazione attorno ai monumenti in quanto condensati di memoria collettiva, anche se il risultato del concorso è stato molto diverso da quello che ci aspettavamo” dichiara Daria Carmi, curatrice del progetto Arte Pubblica per il Parco Eternot.

A rispondere alla chiamata infatti sono giunte a Legambiente, due sole proposte di pagina Wiki. Una candidata ufficialmente, con tutte le caratteristiche richieste per la partecipazione al concorso e l’aggiudicazione del premio in denaro, l’altra un’interpretazione libera della necessità.

“Il bando è stato pensato sulla base delle esperienze che abbiamo vissuto ma la pandemia in corso ha determinato nuove e diverse modalità di azione, in un certo senso imprevedibili, genuine, in qualche modo sperimentali. Siamo quindi felici di annunciare che il premio è stato assegnato a Vittoria Garrone, a cui vanno i nostri ringraziamenti per la partecipazione. Lei stessa ha condiviso con noi molta soddisfazione per aver eseguito il compito, che ha sentito come formativo, ma ha anche testimoniato la difficoltà dovuta all’impossibilità di confrontarsi con le persone e all’avere internet come unica fonte disponibile. Questa esperienza deve farci riflettere anche sui parametri educativi che avevamo prima del covid-19 e su quelli del post lockdown. – Dichiara Vittorio Giordano, Presidente di Legambiente Circolo Verdeblu di Casale Monferrato- Ugualmente, e con grande sorpresa, siamo grati alla classe I F della Scuola Media Trevigi che ha partecipato al progetto ritagliandolo sulla base delle nuove esigenze formative che stavano sentendo. A questi giovani studenti vogliamo dedicare un premio speciale fuori concorso.”

Già, perché in maniera del tutto inaspettata la seconda candidatura non è stata di un singolo, né di un gruppo di tre allievi, e neppure di ragazze e ragazzi nell’età prevista.

La seconda candidatura è stata la reazione di una classe intera, studenti della Scuola Media Trevigi e di un’insegnante di lettere, Daniela Raimondo, che hanno composto una proposta per la pagina wiki attraverso un progetto collettivo, inviato a Legambiente, accompagnato dalla seguente nota:

“Lavorare ‘a distanza’ organizzandosi, suddividendosi i compiti e coordinandosi tra loro è stato un modo per sentirsi classe, gruppo in un momento che, apparentemente, non lo consentiva.”

Il Comune di Casale Monferrato e Afeva, insieme a Gea Casolaro, Daria Carmi e Legambiente stanno coordinando un momento di premiazione anche per questi giovanissimi scrittori:

PAMELA ABBATE
ERIKA BALAN
MARCO VALERIO BOSCO
ALICIA CAPRARELLI
ILARIA CARONIS
EDOARDO CELORIA
GABRIELE CURARATI
FRANCESCO D’ANGELO
GIULIA D’ANGELO
AWA AMELIE DIOUF
CARLOTTA GATTI
FRANCESCO GENNARI
LUCA GIANNOTTA
THIANNI GIULIANA GONZALEZ RIASCOS
ALESSIO LANDINO
LUCA MALAVASI
LISA OLIVA
DAFNE PITTI
LUIS PLAKA
MARCO PUCCIO
ANDREA RASI
LORENZO ROSAMILIA
ELENA SANDU
ALESSANDRO SAVINO
NIKOLO SEITI
DORA SPERONI
PIETRO UMILTA’
GIOIA VOLTA

Per Vittoria Garrone invece il lavoro continua. Infatti con Gregorio Bisso inizierà ora un percorso di ottimizzazione della pagina e successivamente di confezionamento e messa on-line della stessa.

“Il Parco Eternot, simbolo del riscatto di una città e di un territorio, è il luogo di una memoria collettiva che deve essere tramandata e raccontata. Vittoria Garrone avrà questo difficile, ma importante, compito. Già da ora la ringraziamo per aver deciso di partecipare al concorso e di sviluppare la voce di Wikipedia: il Comune di Casale Monferrato, come tutti gli altri organizzatori, le sarà accanto in questa esperienza che, ne sono certo, l’arricchirà e la farà crescere come persona e come cittadina” Aggiunge il Sindaco Federico Riboldi.

Bruno Pesce e Assunta Prato si soffermano sull’importanza della scuola nel ricostruire la storia e investire nel futuro, trasformandolo: “Abbiamo accolto con immenso favore il lavoro di Vittoria Garrone e con gioia la partecipazione della Classe 1F della Scuola Media Trevigi perché questa disponibilità, che scaturisce dalla scuola, garantisce la continuità nell’azione collettiva volta a sconfiggere l’amianto: bonificando, a combattendo il mesotelioma e costruendo un diritto che coincida con la giustizia.”

A Vittoria va il merito di aver partecipato al concorso nonostante la difficoltà dovuta al momento storico e il suo impegno nel preparare la maturità. “La sua pagina è molto ben fatta e traspare tutta l’attenzione che Vittoria ha per l’ambiente nella sua quotidianità, non a caso è la coordinatrice di Friday For Future a Casale Monferrato – aggiunge Daria Carmi – e il suo impegno verso l’ambiente è la dimostrazione che la nostra città ha nel suo dna la capacità di elaborare il vissuto per definire valori di rispetto, attenzione alle persone e all’ambiente, pilastri portanti di un futuro sostenibile. Vittoria Garrone ora si dedicherà completamente alla preparazione della sua maturità al Liceo Classico, quindi lavoreremo durante l’estate.”

Gea Casolaro osserva ed aggiunge che “È nella natura del Vivaio Eternot riunire intorno a sé gruppi di lavoro e atteggiamenti virtuosi di attenzione e cura di singoli. Anche per la scrittura della sua pagina Wikipedia, si sono riprodotti i comportamenti costruttivi che già da anni vediamo in studenti e cittadini volontari che se ne prendono cura, come gli accurati lavori di scrittura della classe 1F della Scuola Media Trevigi e della vincitrice Vittoria Garrone: l’idea di lavorare insieme e impegnarsi singolarmente per costruire un ambiente migliore.

La data prevista per la messa on-line della pagina e per la cerimonia di premiazione a Vittoria Garrone e ringraziamento agli allievi della Classe 1F è il 10 Settembre 2020,  compleanno del Parco Eternot.

Visite (196)