Meet con Caviglia

Interessante incontro della 2B Linguistico con Alberto Caviglia, regista e scrittore romano nato nel 1984, autore del romanzo OLOCAUSTICO, pubblicato della casa editrice Giuntina. La storia racconta di David Piperno, un giovane aspirante regista che lavora per lo Yed Vashem di Gerusalemme in qualità di intervistatore di sopravvissuti alla Shoah. Quando muore l’ultimo testimone, David, soprattutto per non perdere il lavoro, si inventa una falsa intervista a un barbone che recita la parte di un testimone. L’intervista viene quindi riconosciuta come falsa e questo scatena una serie di conseguenze che il protagonista non riesce a gestire, conseguenze che conducono a una catastrofe planetaria e a un radicale cambiamento nella mentalità delle persone.

In questo romanzo antieroico e dissacrante, utilizzando l’espediente della satira, Caviglia ci fa riflettere su un tema impegnativo e difficile, portandoci a domandare, in un periodo dominato da Fake News e perdita dei valori, se un’immane tragedia come quella occorsa al popolo ebraico possa rischiare di essere dimenticata nel momento in cui non ci saranno più testimoni, facendo così trionfare il negazionismo e la menzogna.

La lettura affrontata dagli alunni della 2B Linguistico durante questi ultimi mesi ha permesso un confronto con lo scrittore che ha risposto a una serie di domande suscitate dalla curiosità dei ragazzi. L’esperienza è stata assai positiva e decisamente formativa, in particolare è stato rilevato come il dialogo con Caviglia abbia fatto emergere ulteriori riflessioni e collegamenti, e abbia convinto che affrontare una lettura con la prospettiva di parlare con l’autore del testo sia particolarmente gradita e migliori la percezione del rapporto la scrittura e il fascino del racconto.

Visite (181)