Capire l’antisemitismo

Alla Comunità Ebraica di Casale lo storico Claudio Vercelli spiega le ragioni di un pregiudizio radicato nella storia.

L’ultimo appuntamento con le attività legate al Giorno della Memoria è previsto a Casale per domenica 2 febbraio alle ore 15,30 in Sala Carmi con la Conferenza “Antisemitismi nell’oggi – Nuovi orizzonti e vecchi fantasmi” del professor Claudio Vercelli, Storico e docente all’Università Cattolica di Milano. “Pregiudizio radicato nel corso della storia umana, l’antisemitismo ha conosciuto mutamenti e trasformazioni, adattandosi alle diverse epoche che ha attraversato, dal passato per arrivare fino ai giorni nostri – Spiega Vercelli presentando la conferenza – Ciò facendo, ha rivelato una natura camaleontica, alimentando tuttavia tenacemente il suo antichissimo nocciolo di fondo, la presunta indegnità morale e la disumanità degli “ebrei”. Ma cos’è divenuto oggi, dopo la tragedia della Shoah? Qual è la sua natura, come e dove si manifesta e per quali motivi si rivela inscalfibile a qualsiasi obiezione razionale? Nell’età del web, dell’islamismo radicale, degli etnonazionalismi e dei populismi, del complottismo e dell’hate speech, la riflessione di Vercelli sulle radici degli antisemitismi è indispensabile per capire il presente.

CLAUDIO VERCELLI

Storico contemporaneista, è docente a contratto all’Università Cattolica di Milano preso il Master di I livello Fonti, storia, istituzioni e norme dei tre monoteismi: ebraismo, cristianesimo e Islam per la direzione di Paolo Branca. Ha svolto inoltre attività di ricerca di storia contemporanea presso l’Istituto di studi storici Salvemini di Torino, per il quale ha condotto il programma didattico pluriennale Usi della storia, usi della memoria. Attualmente collabora in funzione di ricerca e di didattica con il Centro studi Piero Gobetti. Per la Fondazione Università popolare di Torino è titolare dell’insegnamento di Storia contemporanea. Su incarico dell’Unione della comunità ebraiche italiane è docente per i corsi di Storia del sionismo e dello Stato d’Israele. Per il Centro Servizi Didattici della Città metropolitana di Torino, già Provincia di Torino, da quindici anni conduce in qualità di docente, programmi sulla storia contemporanea rivolti al triennio delle scuole secondarie di secondo grado. Le sue aree di competenza sono la storia europea del Novecento, quella mediorientale e i regimi totalitari. Giornalista iscritto all’Ordine del Piemonte, è direttore di Keshet, semestrale di vita e cultura ebraica, ed è collaboratore, tra gli altri, di Pagine ebraiche, Moked, Bet Magazine-Mosaico, Patria Indipendente, delle testate online Joimag, Doppiozero e Nazione Indiana, nonché del periodico Prometeo, trimestrale di scienza e storia. Ha pubblicato, tra gli altri, i volumi Tanti Olocausti. La deportazione e l’internamento nei Lager nazisti(La Giuntina, Firenze 2005); Israele e Palestina: una terra per due (Ega, Torino 2005); Israele. Storia dello Stato 1881-2008, dal sogno alla realtà (La Giuntina, Firenze 2007-2008); Breve storia dello Stato d’Israele (Carocci, Roma 2009); Storia del conflitto israelo-palestinese (Laterza, Roma-Bari 2010); Triangoli viola. La persecuzione e la deportazione dei testimoni di Geova nei Lager nazisti(Carocci, Roma 2012); Il negazionismo. Storia di una menzogna (Laterza, Roma-Bari 2013); Il dominio del terrore. Deportazioni, migrazioni forzate e stermini nel Novecento (Salerno editrice, Roma 2016); Israele 70 anni, nascita di una nazione (il Capricorno, Torino 2018),Neofascismi (il Capricorno, Torino 2018) e “Francamente razzisti”. 1938: storia e memorie delle leggi razziali (il Capricorno, Torino 2018),Soldati. Storia dell’esercito italiano, dall’Unità ad oggi (Laterza, Roma-Bari 2019),L’anno fatale. 1919: da piazza San Sepolcro a Fiume (il Capricorno 2019),El Alamein, storia di una battaglia (il Capricorno, Torino 2019). È inoltre coautore del manuale di storia per i licei e l’università Nel segno dei tempi. Milleduemila: un mondo al plurale, per la cura di Valerio Castronovo (La Nuova Italia, Firenze 2009-2019); insieme alla cocuratela, con Francesca Romana Recchia Luciani, del volume collettaneo Pop Shoah? Immaginari del genocidio ebraico (Il Nuovo Melangolo, Genova 2016),Nell’anno in corso pubblicherà Il sionismo. Tra diaspora e Israele (Carocci, Roma) e Neofascismo in grigio. La destra radicale tra l’Italia e l’Europa (Einaudi, Torino).

[da CASALENews]

Visite (126)