Il vascello dell’inclusione

Il vascello inclusivo è una rappresentazione grafica di quanto si può e potrà fare per le persone nello spettro autistico.
 
Si tratta di una pittura a olio, 50×50 cm, a carattere simbolico e allegorico: è collocato nella Biblioteca del BALBO (piazza Castello), opera dell’educatrice professionale Silvia Ottone.
 
Le vele del vascello compongono l’acronimo ASD e sullo scafo sono presenti le quattro istituzioni coinvolte nella presa in carico delle persone con autismo. Dal basso: Famiglia, Scuola, Sociale e Sanità. La Sanità è in alto perché è il timoniere.
 
L’integrazione delle azioni delle Istituzioni è rappresentata dall’intersezione delle parole che condividono lettere comuni (es.: ‘L’ di famigLia compone anche scuoLa e sociaLe …).
 
Il vascello procede orientato dalle Leggi così come le stelle indicano il cammino ai marinai durante il viaggio. Sono citate la L. 134/2015, le Linee d’Indirizzo 2012 e 2018, le LG 21/2011, i LEA 2017 – art. 60 e le DGR Piemonte del 2014, 2016, 2018 2 2019.
 
La bandiera è un puzzle: al centro il tassello blu e intorno quelli che riprendono i colori e le tonalità delle quattro Istituzioni già citate: la persona con autismo è al centro.
 
… sembra così facile !
 
 

Visite (177)