Banco alimentare

Il 30 Novembre si è tenuta la 23° giornata nazionale della colletta alimentare, che la Fondazione Banco Alimentare Onlus organizza annualmente.

Questo evento di solidarietà si basa su un semplice gesto: donare la spesa ai più poveri presso i numerosissimi supermercati che aderiscono su tutto il territorio italiano. Anche la mia scuola, l’Istituto Balbo, ha partecipato invitando i suoi alunni a fare i volontari nei punti di raccolta viveri. Noi, armati di pettorine gialle che riportavano il nome del Banco Alimentare, dovevamo esortare all’entrata dei supermercati i clienti a collaborare donando alimenti a lunga conservazione, offrire tutte le informazioni riguardo all’iniziativa e nel momento in cui ci riportavano la spesa nel sacchettino giallo era nostro compito smistarla e impacchettarla.

Divisi in turni abbiamo trascorso il pomeriggio a informare e parlare con i nostri concittadini e con l’intendo di aiutare i poveri di tutto il nostro Paese abbiamo avuto l’occasione di assistere ad atti di enorme generosità e di ascoltare parole compassionevoli, come il gesto di una signora che ci ha donato tre borsoni di alimenti (di cui la maggior parte erano per la prima infanzia) e in risposta ai nostri ringraziamenti ci ha spiegato che l’ha fatto per se stessa, poiché, avendo la possibilità economica, aiutare gli altri la fa sentire meglio.

Il risultato di questa giornata sono state 8.100 tonnellate di alimenti raccolti che verranno distribuite a circa 7.500 strutture caritative che assistono oltre 1,5 milioni di persone e mi sento orgogliosa di poter dire di aver contribuito donando il mio tempo.

Visite (185)