Al Festival della Scienza

Il Liceo scientifico e il Liceo classico a Genova per l’annuale appuntamento con il  Festival della Scienza

IL CLASSICO ATTRAVERSO LE SFUMATURE DELLA SCIENZA

Nella giornata di martedì 29 ottobre, le classi quinte ginnasio e le prime liceo dell’indirizzo classico dell’Istituto Cesare Balbo di Casale Monferrato, accompagnati dalle docenti Bobba Margherita, Canepa Adriana, Follese Simona, Fracasso Valentina con la piacevole presenza della prof. essa Franceschi Franca, ex insegnante di matematica; hanno preso parte ad un’uscita didattica a Genova, dove ha avuto sede il festival della scienza. Mentre le classi quinte hanno potuto approfondire alcune delle invenzioni più importanti nell’evoluzione della scienza e il tema della chimica, provando a cucinare le molecole per osservare i vari prodotti;  gli studenti delle prime hanno avuto la possibilità di affacciarsi nel mondo della conoscenza nelle sue più diverse sfumature. La mattinata, infatti è stata suddivisa in due momenti: in una prima fascia oraria gli alunni sono partiti alla scoperta della fisica quantistica, passando, divisi in due gruppi con le rispettive insegnanti, sfidandosi; dal ritratto dei più grandi fisici che il nostro universo abbia mai conosciuto fino all’analisi del legame tra i numeri 1 e 0 con i nostri computer di oggi. Durante la seconda fascia oraria, i ragazzi tramite la loro istruzione si sono immersi nell’epoca romana, immedesimandosi nei Patrizi, difatti oltre a stendersi sul triclinio appoggiandosi col gomito sinistro, hanno avuto l’opportunità di provare a cucinare, tramite la ricetta di Catone, il Libum, un pane frutto dell’unione di formaggio fresco, farina e uova. D’impatto è stato il terzo incontro riguardante gli “elementi d’azzardo”, dove attraverso una simulazione di una slot machine hanno provato a giocare da veri protagonisti per cercare di comprendere il pensiero che si innesca nel cervello umano per far si che nasca la dipendenza, al di là di aver esaminato in media quanto una persona spende ogni 100 nelle macchinette nei nostri comuni. Lo scopo della scuola è stato quello di mettere al corrente gli scolari di una realtà non solamente (purtroppo), esistente da molti anni, come la ludopatia, ma anche di ciò che circonda il nostro pianeta attualmente.

Si ringraziano gli accompagnatori e i referenti del progetto.

Alice Russo (1 A CLASSICO)

Visite (120)