Digital Mate Training

Gaetano Ferraro (ora 5B liceo scientifico Palli di Casale Monferrato) ha partecipato al progetto classificandosi quarto assoluto, partendo da circa 3750 studenti inizialmente coinvolti. In questi giorni sono arrivati gli esiti della gara finale svolta a Torino nella scorsa primavera. L’istituto Balbo, con le classi del liceo scientifico, ha partecipato nello scorso anno scolastico al progetto, che in una prima fase ha coinvolto circa 150 classi fra Piemonte e Valle D’Aosta, per un totale di circa 3750 alunni.

I risultati sono stati davvero importanti:

Gaetano Ferraro (oggi 5B) è quarto assoluto, sviluppando un elaborato sulla probabilità e i problemi di overbooking.

Elena Schipor (oggi 4B), Sabrina Piccaluga (oggi 3A) e Andrea Bonetti oggi (4A) si sono classificati nei primi 25 posti, noni a parimerito per scelta degli organizzatori che hanno sottolineato l’alto livello degli elaborati proposti.

Grande la soddisfazione degli insegnanti di matematica dei ragazzi (Ariotti Roberta, Corino Roberto e Porta Marco) e del dirigente Riccardo Calvo. Poter lavorare su progetti che valorizzano le eccellenze è una grande ricchezza per la scuola e una importante opportunità per gli studenti.

IL PROGETTO: FINALITA’

Il Progetto Digital Mate Training è rivolto agli studenti delle classi seconde, terze e quarte della Scuola Secondaria di Secondo grado e si propone di stimolare e rafforzare le abilità matematiche-informatiche sempre più necessarie per affrontare in modo adeguato e maturo gli insegnamenti curricolari che richiedono l’uso di strumenti logico-matematico-informatici.

Il Progetto DMT si propone di far utilizzare le nuove tecnologie, nello specifico un Ambiente di Calcolo Evoluto, ACE, per la risoluzione di problemi matematici. Negli ultimi decenni gli ACE, che consentono il calcolo simbolico, il calcolo numerico e la visualizzazione geometrica in 2 e 3 dimensioni, si sono rivelati uno strumento fondamentale per la didattica, per la ricerca e per il mondo del lavoro.

IL PROGETTO: STRUTTURA

Una prima fase prevede una formazione in presenza nelle singole scuole di 2/3. La seconda fase si svolge interamente in piattaforma e la selezione da parte degli insegnanti di alcuni studenti per ogni classe. Gli studenti selezionati entrano a fare training in piattaforma e stimolati ogni 10 giorni a risolvere dei problemi con l’ACE (differenziati per seconda, terza e quarta).

I ragazzi hanno affrontato così una gara semifinale presso gli istituti di appartenenza in modalità online, che ha selezionato 75 alunni che hanno avuto accesso a un training avanzato con gara finale a Torino.

Visite (94)