Poesia religiosa a Crea

Le classi I A e I B classico alla Giornata della poesia religiosa a Crea

NON PREDICARE MA ESSERE

“San Francesco non era un angelo o un eletto dal Signore ma un uomo. Non rifuggiva le donne ma le voleva vicine come Sorelle. Non era una figura lontana e vuota ma un frate pieno di altruismo. Era un uomo che ha seguito la sua strada fino alla fine.”

Nella giornata di sabato 5 ottobre 2019, gli studenti delle classi 1 A e B del liceo classico dell’Istituto Balbo di Casale Monferrato, accompagnati dalle docenti Adriana Canepa, Simona Follese e Maria Paola Casorelli, si sono recati  presso il Santuario di Crea,patrimonio dell’Unesco,nel quale ha avuto luogo la Giornata della Poesia Religiosa. “Spero che questa Giornata possa continuare ad avere un seguito”: queste sono le parole della signora Piera Caramellino, organizzatrice dell’evento, la quale,con soddisfazione, ha accolto e ha ricordato ad alunni ed insegnanti che la giornata, ormai, é consuetudine da 10 anni. La mattinata si è aperta con l’intervento a cura dei sigg. Piera e Gian Carlo Caramellino, che hanno letto e commentato la “Lettera del Papa ai giovani economisti imprenditori e imprenditrici di tutto il mondo”. A seguire i ragazzi hanno potuto conoscere i rapporti dei Francescani con il Mondo Orientale, grazie all’intervento del Dott. Fabio Lavagno, che, con la sua partecipazione, è riuscito a portare la Cina più vicina a noi. E’ stato poi affrontato anche il rapporto tra Francesco e il mondo islamico dal Dott. Rosario Pasquini. E’ seguito l’intervento della prof. Simona Follese, con un elaborato su “Francesco Poeta”, al quale i ragazzi della 1 A hanno partecipato come veri protagonisti, leggendo le loro riflessioni con particolare rimando  ad alcuni versi del “Cantico delle Creature”. “La caratteristica della nostra scuola è quella di di accogliere con entusiasmo le opportunità, che, a parer nostro, possano far maturare i ragazzi, facendo comprendere loro che siamo tutti uguali. ” conclude il discorso della prof. Adriana Canepa. Al termine dell’incontro i ragazzi del laboratorio teatrale del Liceo Balbo, coordinati da Maria Paola Casorelli, hanno dato lettura e commentato il“Cantico delle Creature”, sottolineando una volta di più l’attualità e la profondità del testo che ha segnato l’origine della letteratura italiana.

 

Visite (58)