Francese per aprirsi al futuro !

Durante lo scorso mese di maggio ben 37 studentesse e studenti del liceo linguistico Balbo hanno sostenuto e superato in modo decisamente soddisfacente le prove scritte ed orali degli esami di certificazione DELF B1 e DELF B2  per la lingua francese a cura dell’Alliance française di Biella.

Il progetto curato dalle prof. Marisa Bozzo e Anastasia Gola, docente madrelingua, mira al conseguimento di certificazioni prive di scadenza e secondo i livelli di competenze linguistiche definite nel Quadro Comune Europeo di riferimento per le lingue CECR.

Gli studenti hanno in questo modo l’opportunità di ottenere titoli che valorizzano i loro futuri percorsi accademici e carriere professionali con crediti supplementari e  favoriscono la mobilità studentesca ( ad esempio iscrizione presso università francofone, progetti, tirocini formativi ).

Riguardo alla certificazione di livello DELF B1 spicca il risultato ottenuto dalla classe 4A linguistico; ben 15 allievi hanno ottenuto la certificazione; tra questi 5 con livelli di eccellenza: Costanzo Diletta e Sterpone Alessia saranno premiate presso l’Alliance française  di Biella per votazioni oltre i 90 punti su 100; Calliku Chiara, Corica Ylenia e Maragnani Giacomo hanno conseguito punteggi tra 85 e 90 punti su 100.

6 studenti della 4B hanno superato la prova, tra questi Angiolini Sofia e Ticali Martina con punteggi tra 84 e 90 /100 punti; infine 3 studenti della 4C hanno superato la prova con punteggi tra il 77 e 90/100.

Brillanti pure  i risultati conseguiti dai  maturandi della 5A , 5B e 5C per il livello B2.

Hanno ottenuto la certificazione DELF B2 3 studentesse della 5A: Caselli Sara 81,5 /100,;Giorcelli Giulia e Laarabat Yassmine; per la 5 B Salvi Marta e Ghirardo Elena 76,5/100; Rossi Alessandra 75 /100; Amoroso Lorenzo, Babando Letizia e Boscarato Valeria; per la 5C Rampazzo Luca 71/100, Rizzoli Sara e Rosso Roberta.

Questi risultati , frutto di impegno ed entusiasmo da parte di allievi e docenti, testimoniano la vitalità e la evidente utilità dello studio della lingua francese. Aggiungiamo elementi economici; la Francia è il secondo partner più importante per l’Italia con un volume d’affari intorno ai 200 milioni di euro di scambi economici quotidiani; i 100 gruppi imprenditoriali francesi presenti nel nostro Paese garantiscono 239 mila posti di lavoro; in più gli economisti delle lingue  affermano che è molto redditizio per un italiano investire sul francese , poiché si tratta di conoscenze più rare e dunque più ricercate e remunerate. Tra l’omologazione e la differenziazione, la seconda strada è consigliata. Finalmente per una volta, l’economia e la cultura vanno d’accordo!

 

Visite (209)