Africa in the edge

All’Istituto Leardi il quinto ed ultimo appuntamento della decima edizione di Cestingeo, modulo II, destinato agli studenti.

Relatore dell’interessante lezione, il Professor Aldo Pigoli, dell’Università Cattolica di Milano.
Africa come continente in rapida crescita demografica, con enormi potenzialità.
Il continente presenta un tasso di urbanizzazione molto alto, con città che si trasformano in megalopoli, simili a quelle globalizzate, ma con gli stessi problemi.
Oggi si parla molto di migrazioni, però senza una prospettiva storica, poiché le migrazioni ci sono sempre state; intorno ai flussi migratori vi sono molte fake news.
Molti africani emigrano, ma principalmente all’interno del continente.
Si migra dalle campagne alle città di questo enorme continente.
Ma dove vanno i rifugiati? In Europa?La risposta è negativa; i più grandi campi profughi sono in Africa; ad esempio il Kenya ospita circa trecentomila somali, fuggiti da uno stato che non esiste più
Il Continente Africano è funestato anche da una serie di epidemie di patologie che incidono in particolare sulle economie in modo molto dannoso, arrecando danni a paesi già funestati dalla guerre civili.
Un continente che presenta tanti interrogativi per il futuro, ma che, in potenza, può diventare un protagonista nello sviluppo economico-sociale dell’umanità.
Il Sudafrica, tanto per citare uno stato africano, fa parte dei Brics, quegli stati emergenti in campo economico, alternativi alle potenze economiche tradizionali.

Visite (19)