eTwinning Label

Gli alunni della 3B SCU dell’ IIS C. BALBO di Casale Monferrato, insieme con la prof.ssa Laura Autelitano, dopo aver partecipato  ad un partneriato nell’ambito di un progetto eTwinning, hanno ottenuto un importante  riconoscimento per il loro lavoro: il Pupil Quality Label.

Per gli studenti che, alla loro prima esperienza, hanno seriamente affrontato  la novità  è stato un traguardo  notevolmente positivo.

La progettualità eTwinning che, altro non è, che un modo nuovo ed innovativo di fare didattica, di apprendere e di lavorare, ha comportato non solo successi per gli allievi ma anche e soprattutto alla scuola. Infatti dopo circa un mese dalla personale attestazione degli studenti, è stato recapitato anche alla scuola , il Certificato di Qualità Europeo Europeo per l’eccellente qualità del lavoro sul progetto eTwinning  “In giro per i confini europei” insieme alle scuole partner  rappresentate da:

  • Prof.  Domenico Marino, docente di Geografia e fondatore nel corso dell’anno scolastico 2017/2018 dell’ IIS “G. Familiari” di Melito P.S. (RC-Italia)
  • Prof.ssa Hélène Rougier, del Lycée “Madaleine Michelis” di Amiens (Francia),

Il progetto come da valutazione Etwinning, risulta molto ben strutturato che ha sviluppato  didattiche interessanti con un buon uso delle tecnologie, pertanto al lavoro degli studenti e della scuola è stato riconosciuto il massimo livello europeo.

Ottenere questo riconoscimento significa molto in quanto gli studenti non hanno solo agito  ma anche interagito diventando  protagonisti del loro apprendimento.

Durante l’anno scolastico 2018-19 gli alunni della 3BSCU si sono rimessi in gioco ed hanno nuovamente affrontato con responsabilità  un’altra attività didattica innovativa sulla piattaforma E-twinning.

Il progetto E(A)UX AUSSI che li ha coinvolti, ha avuto come finalità la condivisione  di informazioni relative ai luoghi in cui gli studenti  vivono attraverso l’utilizzo della lingua francese e italiana. Lo scambio informativo ha   riguardato vari aspetti, territoriali e ambientali, culturali, storici, economici e turistici collegati al tema dell’acqua. Gli alunni hanno fornito le notizie rifacendosi sia alle esperienze personali sia alle passioni  come la danza, l’arte, la cucina, i viaggi.

L’elaborazione e lo scambio dei dati ha mirato a sviluppare il senso di appartenenza alla propria città e a far conoscere tutto quello che di bello c’è.

Questo progetto ha permesso l’interazione didattica educativa con i colleghi di altre discipline curriculari. Il dialogo, la collaborazione e l’interdisciplinarietà  sono stati la base del percorso.  Proficua è stata la collaborazione del collega di Storia, Prof. Iaretti, che ha dato un prezioso supporto allo svolgimento del progetto. Infatti, durante le videoconferenze, si sono svolte delle vere e proprie lezione e scambi culturali tra la 3BSCU di Casale Monferrato e la 3DT  di Reggio Calabria. Questo ha permesso di dialogare sui temi del progetto e fornire ai ragazzi dati storici ed economici utili per arricchire il bagaglio culturale, in termini non solo di conoscenze ma anche di competenze.

La tecnologia è stata fondamentale nello svolgimento del progetto. Per ridurre le distanze geografiche e abbattere le barriere fisiche sono stati utilizzati: computer, lim, telefoni, mail, skype, whatsapp e soprattutto la piattaforma di E-twinning.  La tecnologia ha permesso di predisporre un ambiente per attività di costruzione cooperativa e un luogo di lavoro condiviso; non è stata un semplice strumento per il trasferimento di informazioni, ma un supporto per la collaborazione e la socializzazione e per migliorare l’esperienza di apprendimento degli studenti.

 

 

Visite (293)