Principi fondamentali

L’Istituto di Istruzione Superiore “Cesare Balbo”, come è anche indicato nella Carta dei Servizi (cfr. ALLEGATO D) ispira la propria azione educativa al dettato costituzionale e in particolare all’art. 3 della Costituzione Italiana che riconosce la diversità dei cittadini per sesso, etnia, lingua, religione, opinioni e condizioni, ma pari dignità sociale e uguaglianza davanti alla legge. La Repubblica, anche attraverso l’azione della scuola statale si prefigge il compito di rimuovere gli ostacoli che limitano la libertà e l’uguaglianza e di aiutare il pieno sviluppo della persona umana. Con questo la scuola intende sottolineare la necessità che l’azione educativa non si realizzi in un’offerta unica e indistinta, indifferente alla diversità di cui ciascuno è portatore, ma si articoli in modo da tener conto delle situazioni di partenza di ciascuno.

Ne deriva che l’istituto deve operare con ogni mezzo per:

  • differenziare la proposta formativa adeguandola alle esigenze di ciascuno (a tutti gli alunni deve essere data la possibilità di sviluppare al meglio le proprie potenzialità);
  • valorizzare le molteplici risorse esistenti sul territorio (enti locali, associazioni culturali e professionali, società sportive, gruppi di volontariato, ma anche organismi privati) allo scopo di offrire un progetto educativo ricco e articolato affinché l’offerta formativa non si limiti alle sole attività curricolari ma assuma un più ampio ruolo di promozione culturale e sociale;
  • far sì che l’istruzione e la formazione assurgano al ruolo di priorità fondamentali per la promozione della “società della conoscenza” e la realizzazione degli obiettivi strategici definiti dal programma “Istruzione e formazione 2020”, che individua un quadro strategico per la cooperazione europea nel settore dell’istruzione e della formazione  vale a dire: “fare in modo che l’apprendimento permanente e la mobilità divengano una realtà; migliorare la qualità e l’efficacia dell’istruzione e delle formazione; promuovere l’equità, la coesione sociale e la cittadinanza attiva; incoraggiare la creatività e l’innovazione, inclusa l’imprenditorialità, a tutti i livelli dell’istruzione e della formazione”;
  • abbracciare lo scambio di giovani come potente strumento di confronto interculturale, favorendo periodi di studio all’estero che rappresentano un’esperienza formativa forte e consentono di entrare in profondità nella realtà culturale di un altro Paese.

 

 

Visite (78)